Chi sono

Nasco a Ceva (CN) in una mattina fredda e nevosa del gennaio 1986 e forse per osmosi, da allora mi appassiono terribilmente e irrazionalmente alla neve, alla meteorologia e alla climatologia. Durante gli anni del Liceo Classico mi avvicino alla montagna, alla scrittura e alla letteratura, prima di iscrivermi alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Torino con indirizzo in Relazioni Internazionali. Dopo qualche peripezia finisco però per laurearmi in Scienze e Cultura delle Alpi sempre a Torino (Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari), conseguendo altresì i Corsi di Perfezionamento in Project Management per la montagna – Livello avanzato e in Turismo Sostenibile per la Montagna presso l’Università degli Studi di Milano, sede distaccata Unimont di Edolo (BS). Libero professionista dal 2015 e giornalista pubblicista dal 2016, mi occupo principalmente di comunicazione (giornalistica ed editoriale), animazione territoriale e consulenza turistica, applicate soprattutto agli areali montani e marginali. 

[...] Discendo dal colle con lentezza. Il mio sguardo è rapito da quella tavolozza cromatica che abbraccia la sede stradale da un lato e dall'altro. Giallo, ocra, rosso, arancione, verde. Castagni, faggi, aceri, larici e abeti. Tante anime colorate che si inseguono e si sovrappongono, quasi a voler sporcare quella distesa blu uniforme, stamattina incredibilmente scevra di nuvole e nebbie. D’improvviso i raggi del sole colpiscono un versante, illuminandolo poco alla volta, e in breve un fuoco variopinto risveglia l’intera montagna, assopitasi per il freddo notturno [...]. 

da "L'altra montagna. Quando l'incontro con chi resiste ti cambia la vita", 2016